Ritratto di un piviere

Oggi vorrei proporre una mia interpretazione di ritratto di Piviere tortolino.
Penso che quando si ha la possibilità di avere davanti al proprio obiettivo un soggetto stra-confidente come questo piviere d’altura, bisogna azzardare il più possibile, tentare nuovi approcci, ma soprattutto dare sfogo al proprio istinto, perché e se non lo si fa, si potrebbe essere autori di una occasione persa. 
Quel giorno, il soggetto mi ha concesso tante foto, in controluce, ambientato, di lato, frontale e così via, poi però scorrendole in fretta nello schermo della reflex, mi sono accorto che stavo facendo le stesse foto di sempre, sempre uguali, sempre perfette ai miei occhi, ma sempre nuove copie per sostituire quelle dall’anno prima, finché…
…finchè un lampo a ciel sereno: Perché non esasperare l’inquadratura stringendola il più possibile?  la luce dell’alba e la confidenza del soggetto potevano essere elementi fondamentali per una foto diversa da quelle gia fatte in passato, e così è stato!

Ritratto

Scatto eseguito con Nikon D800, colpetto di flash, 105mm macro.

~ di viverelanatura su agosto 28, 2014.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: