Spying a beech

Osservare i faggi, in silenzio, abbassarsi, girarci attorno scrutando ogni possibile variazione di ripresa  può aiutare a ritrovare quella vena artistica che ogni tanto si perde lungo il proprio cammino.

Canon 5DMKII – 70/200 f/4 iso 100

Sometime I’m surprised when I look among the trees: if you approach a beech forest, peeping among the trees, it’s possible to discover soft shades, gentle shapes.
An alternative vision of our world.

~ di viverelanatura su gennaio 10, 2012.

6 Risposte to “Spying a beech”

  1. C’è poco da dire, mi piace, mi piace, mi piace .

  2. :mrgreen: posso solo ringraziare caro amico!

    Ste

  3. Decisamente bella e “diversa”, bravo Ste, sempre creativo!🙂

  4. Grazie Marco, però sono sincero inizio a sentire una gran necessità del paesaggioo vero e proprio, vasto, ampio, largo, mi manca quella sfida di riuscire a domare la luce e il suo calore.
    Purtroppo qua da noi se non si fanno un sacco di km è sempre dura, troppa antropizzazione e luce fioca causa umidità e in questi tempi o per una cosa o per un’altra non riesco e non posso permettermi di farne tanti😦, quindi sempre sotto con gli intimi e la loro volontà d’ispirarmi sempre😉

    Grazie come sempre

    Ste

  5. Un’immagine di grande lirismo. Vedo che la vena intimista esce allo scoperto. Bravo Stefano!
    Roberto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: