Palesemente incapace :-(

Alcune volte mi domando ma chi me lo fa fare????????????
Ormai sono decine di giorni che non concludo niente
In testa gli scatti che vorrei fare ai soggettini e ai paesaggi sono già belli che fatti, invece…….. nella realtà rimangono un sogno, sbagliassi a scattare ok ma non scatto manco una foto😦.
Anche questo week – end non è cambiato niente, mi viene il dubbio di non essere ancora in grado di farcela de solo😦 , soprattutto per quanto riguarda i soggetti da fare, l’esperienza non c’è e senza quella viene a mancare le fondamenta per un lavoro bello e accurato.
Mi rendo conto che non si può avere tutto e subito ma fare centinaia e centinaia di km e concludere zero è un pò moralmente distruttivo, alcune volte chiedo agli amici dove e come  poter andare a fare ciò che ho in mente ma poi mi vengono dei sensi di colpa perchè so che è come ricercare una scorciatoia per concludere si la foto, ma non concludi con l’esperienza che alla fine dei giochi è la cosa più importante;
va beh scusate lo sfogo ma dopo un altro giorno moralmente distruttivo mi è come venuto il dubbio di essere palesemente incapace😦

ciao Ste

~ di viverelanatura su marzo 21, 2010.

6 Risposte to “Palesemente incapace :-(”

  1. Ma va Ste! Ti sembra il modo di buttarsi giù….🙂 L’esperienza è una cosa che non puoi avere finché non te la fai, sembra filosofico ma non lo è. Quello che ti spinge a ricercare i soggetti e di conseguenza la foto è la passione, quella con la “P” maiuscola. Fino a che questo sentimento ci sarà ti spingerai avanti fino al risultato sperato!
    Un saluto.
    Riccardo

  2. Riccardo, sai cosa sto cercando e sai quanto tempo ci sto dedicando😉 purtroppo anche oggi dalle 12:30 alle 20 sono stato la su in giro ma niente😦 , in compenso ho visto un bel posto per un alba
    La passione è l’unica cosa che mi spinge andare avanti e continuare testardamente ma per il momento il morale è sotto alle scarpe😦

    Ciao e grazie

  3. Ciao, come va ?! E’ da tanto che non ci sentiamo e in primis mi vorrei complimentare con te per le bellissime foto che ultimamente stai scattando.
    Comunque come già ti hanno detto non ti buttare giù, a me questa cosa purtroppo capita troppo spesso ma faccio finta di niente e vado avanti per la mia strada. In questo ultimo periodo non sto facendo molti scatti, però qualcuno anche se tecnicamente non perfetto mi da qualche soddisfazione, perchè alla fine dietro ogni scatto c’è un emozione diversa ma soprattutto come ha già detto Riccardo è la passione che ci spinge a continuare.
    Per quanto riguarda il punto in cui hai citato di non potercela fare da solo, ti dico che non è vero…ho aspettato 3 anni prima di fotografare il martino e alla fine quando si è presentato a “tiro” di 300mm è stata una soddisfazione immensa. Certo, l’aiuto di qualcuno più esperto di me mi sarebbe d’aiuto però continuo per la mia strada. Spero, di migliorarmi ancora specie nel ricercare soggetti, magari tra un anno quando avrò la patente, per il momento mi devo accontentare delle aree limitrofe a casa mia.
    Non mollare e vai tranquillo, non ti buttare giù !!
    Marco

    • Ciao Marco,
      ti ringrazio per le tue parole
      Purtroppo quando si crede vivamente e intensamente in quello che si fa, bisogna mettere in conto anche le delusioni, ma quando queste prendono il sopravvento sulle soddisfazioni è sintomo che qualcosa si è incrinato.
      Cmq non mollo è stato solo un momento si sbandamento che piano piano sta lasciando il posto ad una nuova carica emotiva😉
      grazie del passaggio
      ste

  4. Ciao Stefano, i momenti di sconforto sono dei cicli che si ripetono come le stagioni nella passione di un naturalista. Vi sono mesi dove tutto tace ed è silenzio, ed anche il nostro animo trova pace per qualche mese, o almeno si assoggetta a tempo e clima. Poi dopo l’ inverno arriva febbraio con i suoi primi tepori e (almeno a me) sembra di dover scattare in azione dopo la pausa che la stagione ha imposto (anche se proprio pausa non è …) mi alzo al mattino presto, scelgo i posti cerco le luci ma non trovo nulla che possa far riattivare la mia anima e la fotocamera, tanto tempo trascorso alla ricerca di un soggetto che sembra proprio non esserci, non riesco a vedere più quello che mi circonda oppure è questa frustrante frenesia che mi impedisce di focalizzare ? Poi la primavera esplode in tutta la sua dirompente velocità ora si vorrebbe tanto non dover trascorrere ore chiuso in ufficio e poi c’è anche la famiglia (che non disprezzo anzi) che esige del tempo prezioso quel tempo che quando ci é concesso trascorriamo fuori, lontano, all’ aperto immersi nella natura cercando di imprimere su un sensore i nostri incontri, cercando di rendere indelebili i ricordi di attimi vissuti intensamente. Poi ci sono situazioni in cui nell’ arco di poche ore tutto questo è dimenticato si scatta, scatta, scatta e sono delle nuove emozionanti immagini che ci ricordano che l’attesa viene sempre premiata. Grazie ed a rileggerti presto

    • Gentilissimo di aver lasciato questo bellissimo commento, non posso che darti ragione, è un gioco molto duro con regole ferree quindi come al solito quando vieni messo al tappeto bisogna essere in grado di rialzarsi, io ce la metto tutta
      grazie

      ciao Ste

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: